Timballo di Riso Venere con Ratatouille improvvisata

Ieri sera ho mangiato il riso venere. Sì be’… non è certo un evento, ma averlo visto al ristorante mi ha fatto venire in mente che ne avevo un pacco a casa e visto il tempo della domenica ho deciso di improvvisare una ricetta, magari tentando di realizare qualcosa di “fresco” e leggero, contro la calura di questi giorni. Guardo quello che ho nel frigo e in dispensa per capire quello che posso o non posso fare e si inizia.

Prendo il riso venere e lo butto in una pentola con una proporzione di acqua di circa 2 e mezzo: due tazze di riso e cinque tazze di acqua. Porto a ebollizione e poi copro e lascio cuocere a fuoco lento. Forse sarebbe stato meglio un po’ meno d’acqua. A fine cottura, scolo il riso e lo lascio riposare in un piatto.

Intanto mi munisco di due carote, due zucchine e un finocchio e li faccio cuocere a vapore, testando la consistenza ogni tanto. Meglio lasciare le verdure abbastanza croccanti, che non si rammolliscano troppo, perché dovranno poi affrontare una seguente cottura.

Timballo di Riso Venere con Ratatouille improvvisata
Ecco il Timballo di Riso Venere con Ratatouille improvvisata

Un volte cotte le taglio a dadini e le butto in una padella con un po’ di aglio, olio e peperoncino, e le faccio saltare fino ad insaporirle. Dopo averle rosolate, unisco una po’ di passata di pomodoro e lascio cuocere coperto a fuoco lento. Una sorta di ratatouille improvvisata, fatta con le verdure che avevo nel frigorifero, cui si può aggiungere un po’ quello che si vuole.

Nel frattempo metto un po’ di riso in una piccola teglia di formato rettangolare, gli faccio prendere la forma e lo rovescio in un piatto. Tutto attorno verso la ratatouille tiepida e aggiungo qualche foglia di fresco basilico.

Il risultato è quello che si può vedere in fotografia. Un piatto improvvisato che più essere servito anche ben caldo d’inverno, ma che si adatta bene anche ad essere servito tiepido, a temperatura ambiente.

Che aspetti? lascia un commento e dicci come la pensi